Out of my window - Out of my window

Out of my window di Alice Gioia

RSS Feed

Il buongiorno si vede dal mattino

100_0025

Freddo, freddissimo oggi a Pavia.
L’acciottolato del centro storico (quello che rovina i tacchi e le sospensioni della macchina, ma che è insuperabile, in certi giorni di sole) è ricoperto da uno spesso strato di neve ghiacciata. Si vede che, anche qui, era finito il sale.
Arranco, coraggiosa e goffissima, verso la mia meta, schivando un paio di altri pattinatori improvvisati. Una volta arrivata in Università, al riparo dal ghiaccio traditore, tiro un sospiro di sollievo. Mi sistemo la borsa sulla spalla, che nelle acrobazie mi era scivolata giù, e riprendo con un’andatura umana la marcia verso le lezioni e oltre.
Ma il pericolo è in agguato dietro l’angolo.
Un distinto signore, la cuffia calata sulla fronte, si avvicina con un gran sorriso.
“Mi scusi, è una studentessa?” chiede.
Ignara, rispondo che sì, certo, lo sono. Ha bisogno qualche informazione? Un’aula, la segreteria, i servizi? Chieda, e le sarà indicato.
Lui si limita a fare un gran sorriso: “Ah, bhe, auguri allora!”.
Mi fermo, basita.
Un ottimo modo per cominciare la giornata.